Pernida.png

Pernida Parnkgjas (ペルニダ・パルンカジャス, Perunida Parunkajasu?) è lo Stern Ritter "C", lettera che sta per "The Compulsory" (Template:Ruby, Za Konparusorī?; lett. "La costrizione"). Indossa un lungo mantello bianco con cappuccio, fissato sul davanti da tre bottoni e con la presenza sul fianco di una croce nera a sei punte. Il suo abbigliamento nasconde totalmente il suo volto, lasciando intravedere solo la luce dei suoi occhi. Il suo vero aspetto è quello di una mano gigante sul cui palmo si trova un occhio con due iridi: il braccio sinistro del Re Spirito. Il potere di Pernida consiste nel manipolare ciò che entra in contatto con i suoi nervi, permettendogli di controllare oggetti inanimati, di comprimere i nemici a distanza e di assorbire i tratti di coloro che sono stati infettati dal suo sistema nervoso. È inoltre capace di moltiplicare le dita perse o generare un altro sé stesso da parti amputate del suo corpo.

In qualità di membro della Schutzstaffel, Pernida viene nascosto nell'ombra di Yhwach fino a quando è richiamato per combattere Senjumaru Shutara, sconfiggendo facilmente l'enorme soldato convocato dalla Shinigami, prima di essere ucciso da Ōetsu Nimaiya. In seguito all'attivazione dell'Auswählen da parte di Yhwach, Pernida risorge, attivando il suo Quincy: Vollständig, grazie al quale riesce facilmente a comprimere la Gabbia della vita di Kirio Hikifune, permettendo al leader dei Quincy di raggiungere il vero Palazzo Reale. In seguito affronta prima Kenpachi Zaraki, a cui fa saltare un braccio, e successivamente Mayuri Kurotsuchi, che lo costringe a mostrare il suo vero aspetto dopo aver compreso il suo metodo di attacco e averlo gravemente ferito. Tuttavia neanche il ricorso ad un bankai espressamente modificato per aumentare il suo impatto sul nemico riesce ad avere la meglio sulle abilità evolutive di Pernida, e il Quincy distrugge il braccio sinistro di Mayuri. In seguito uno dei cloni di Pernida divora il corpo di Nemu Kurotsuchi, scesa in campo contro il volere di Mayuri per proteggere il suo creatore; la struttura cellulare di Nemu causa tuttavia un'eccessiva rigenerazione nel corpo di Pernida, portandolo all'autodistruzione.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.